La scienza dice che il cibo è una cura naturale per il dolore

Sicuramente avvete sentito da altri, da medici, nutrizionisti, ma anche voi stessi avete sperimentato gli effetti benefici di alcuni cibi. Il fatto è che prendendo alcuni cibi vi sentite meglio, fisicamente o psicologicamente. Il cioccolato magari ci manda in estasi gli sensi olfativi e gustativi, ma solo il cioccolato puro ha veri antiossidanti che combattono i radicali liberi.

Con altri cibi succede invece che il mal di pancia passa, digerite meglio, o sparisce il mal di testa. Non succede a caso! Abbiamo scoperto che ci sonoo le ricerche scientifiche fatte sul dolore cronico, o acuto che confermano che certi cibi aiutano non solo a stare meglio e ci fanno più energici, ma ci sono quelli che tolgono le sensazioni dolorose o riescano a diminuirle. Non guasta sapere come lo fanno e quali cibi sono da preferire.

La scienza dice che il cibo è una cura naturale per il dolore

Recenti studi di ricerca rivelano che alcuni cibi buoni possono anche curare il dolore. Mangiando in maniera equilibrata e prendendo i cibi giusti, è possibile ottenere una buona percentuale di sollievo dal dolore che può essere sollievo dal mal di schiena, dal dolore al ginocchio, dal dolore dovuto dovuto allo sforzo fisico, dall’artrite e dal mal di testa. Il mangiare specifico può essere una cura naturale per i disturbi più comuni, mentre, allo stesso tempo, contribuiscono a una vita sana, energetica e crescita ottimale delle cellule sane.

È importante leggere gli studi con risultati che sono più che certi e che noi possiamo fare qualcosa per i nostri dolori cronici senza usare le medicine.

Cosa mostrano queste ricerche? Mostrano che alcuni alimenti sono efficaci quanto il comune antidolorifico ibuprofene nell’alleviare il dolore. Le persone che si occupano di dolore cronico o acuto saranno felici di sentire in che modo il cibo fa diminuire diverse varietà del dolore. I cibi presi di mira dalla ricerca sugli effetti del dolore sono: uva rossa, zenzero, soia, curcuma, ciliegie, caffeina e pesce. Questi sono i cibi benefici e antidolorifici.

– Curare con l’uva rossa

L’uva rossa è utile per curare e alleviare il dolore. Il composto antidolorifico delle uve rosse è il resveratrolo, un potente ingrediente che blocca gli enzimi che contribuiscono alla degenerazione dei tessuti. Negli esperimenti di laboratorio, il resveratrolo protegge la cartilagine dal tipo di danno che causa il mal di schiena. Altri alimenti ricchi di resveratrolo sono mirtilli rossi e vino rosso.

– Lo zenzero

Lo zenzero, la radice molto usata per vari tipi di disturbi allo stomaco, è ben noto come un aiuto digestivo e una cura per la nausea e l’indigestione. Ora gli studi dimostrano che l’estratto di zenzero allevia il dolore cronico al ginocchio. Con lo zenzero, i pazienti hanno bisogno di meno farmaci antidolorifici e sono più comodi e più mobili. Altre ricerche hanno dimostrato che lo zenzero è efficace come cura del dolore per l’allenamento generale e il dolore fisico.

- Lo zenzero

– Soia

Il valore nutrizionale dei prodotti di soia come il tofu, il latte di soia, gli hamburger di altri sono già noti. Ma ora la soia è una cura comprovata per il dolore al ginocchio dovuto all’osteoartrite. Gli isoflavoni nella soia hanno proprietà antinfiammatorie che riducono l’infiammazione e gonfiore e quindi curano e alleviano il dolore. I pazienti che hanno mangiato circa 40 grammi di proteine di soia ogni giorno per tre mesi sono stati in grado di dimezzare i loro farmaci antidolorifici. I benefici della soia nel curare il dolore iniziano in poche settimane.

– Curcuma

La curcuma è la spezia che conosciamo tutti, di caratteristico sapore e colore giallo-arancio. Più comunemente usata in senape, curry e cibi indiani. Gli studi dimostrano che calma il dolore dell’artrite reumatoide tanto efficacemente quanto il farmaco antidolorifico ibuprofene. È anche efficace nel proteggere le articolazioni dal deterioramento dell’artrite. La curcuma è uno degli alimenti più potenti della natura e ha la promessa di trattare molte altre malattie come il cancro. É utile anche per la prostata.

– Ciliegie

Le ciliegie curano il dolore perché contengono antiossidanti chiamati antociani. Le persone in uno studio che hanno mangiato 45 ciliegie al giorno e hanno sostanzialmente ridotto i loro livelli di infiammazione, e quindi il loro livello di dolore. Gli antociani si trovano anche nelle more, nei lamponi e nelle fragole.

– La caffeina

Anche la caffeina riduce il dolore. Questo è il motivo per cui molti farmaci da banco per il raffreddore e il mal di testa contengono caffeina. Bastano solo due tazze di caffè per ridurre il dolore dell’esercizio fisico di quasi 50%. La caffeina sembra aumentare la soglia del dolore durante l’esercizio, che consente un allenamento più lungo e più intenso.

- La caffeina

– Pesce

Ecco un’altra buona notizia sul consumo di pesce. Gli acidi grassi omega-3 che sono buoni per il cuore e il cervello mentre riducono anche il dolore e l’infiammazione a causa di artrite reumatoide, emicrania e altre malattie. Mangiare pesce a due o quattro pasti a settimana garantirà questi benefici. I pesci raccomandati sono salmone, sgombro atlantico, sardine e trota, tutti ricchi di acidi grassi omega-3 per curare e alleviare il dolore. Ci sono anche integratori alimentari con omega-3 e supplementi che potreste usare quotidianamente per non solo migliorare la condizione dolorosa, ma anche per diminuire I livelli di colesterolo cattivo e aumentare quello buono.

Da primo all’ultimo, ogni alimento sulla lista è di per se molto buono da includere nella dieta quotidiana. Alla fine, non può nocere, può solo aiutarci a stare un’po meglio. Potete anche annotare se un alimento vi fa più bene che un altro. É importante che si usano antidolorifici meno possibile e se non c’è un esplicito bisogno, non usateli. L’organismo può trarre benefici dai cibi e dalla natura, non dobbiamo fare altro che stare attenti a usare cibi giusti e prepararli seguendo alcune regole per rispettare la nostra salute.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here