Home Belezza

Belezza

Il 2017 è stato un anno trasformativo per la bellezza. Kylie Jenner, Glossier e Pat McGrath Labs ci hanno mostrato il potere dei social media per la costruzione del marchio nell'era digitale. Collaborazioni sagge-Gigi Hadid x Maybelline, Balmain x L'Oréal e Nars X Man Ray-hanno dimostrato che, quando si tratta di bellezza, due teste—o squadre—funzionano davvero meglio di una. Nel frattempo, la popolarità delle procedure cutanee non invasive, a.k.a. "tweakments," skyrocketed, and a smattering of fantastic new technologies—many ha salutato dalla Corea del Sud—ha guadagnato legioni di tifosi. E poi, naturalmente, c'è stato il lancio del marchio di bellezza sostenuto da Rihanna LVMH, Fenty, che da solo ha cambiato la conversazione intorno all'inclusione nella bellezza. Il 2018 ha molto da imparare. Qui di seguito, descriviamo i cinque movimenti globali chiave per trasformare il vostro regime di bellezza nel nuovo anno. Nel 2017, La domanda di prodotti coreani innovativi per il trucco e lo skincare—maschere think sheet infuse con mucina e cactus, cuscini compatti cremosi e potenti essenze ibride—ha continuato a salire, con vendite in aumento del 66 per cento in tutto il mondo, secondo Larissa Jensen, direttore esecutivo globale e analista di settore di bellezza di NPD. La domanda di K-beauty non mostra alcun segno di rallentamento, grazie alla crescente trazione della tendenza “Pelle di vetro”—cioè, pelle che appare stranamente traslucida. Tuttavia, K-Beauty e ' pronta ad affrontare una dura competizione da parte di J-Beauty l'anno prossimo. ” Gran parte di ciò che è emozionante in K-beauty originalmente proviene dal Giappone", spiega Anna-Marie Solowij, ex direttore di bellezza di Vogue britannico e co-fondatore di nicchia rivenditore Beauty Mart. "Con un'economia in crisi e la Corea del Sud che investe in ricerca e sviluppo di bellezza, K-beauty ha rubato la ribalta. Ora, con la ripresa Dell'economia giapponese, si riaffermera'.” Victoria Buchanan, ricercatrice strategica presso il futuro laboratorio, prevede anche che i " classici principi estetici giapponesi di kanso, shibui e seijaku—semplicità, bellezza sobria e calma energizzata, rispettivamente—verranno alla luce nelle offerte di bellezza che vengono dal paese.” Il movimento benessere ha trasformato il nostro approccio al benessere fisico, mentale e spirituale. Ora, e ' deciso a rivoluzionare il nostro approccio alla bellezza. La crescente evidenza che alcuni ingredienti—sia topici che ingeriti—hanno implicazioni negative per la salute ha messo al microscopio i prodotti per la cura della pelle. Marche come Tata Harper, Goldfaden MD e Goop sono leader della carica. Il termine “pulito “non va confuso con” naturale", termine ampiamente criticato per la sua ambiguità. ” I prodotti e le marche ‘privi di’ ingredienti nocivi ‘sono considerati’ puliti'", spiega Jensen. Che comprende siliconi, parabeni e solfati (specialmente SLS). "Molti marchi naturali fanno questo, ma un marchio può essere 'pulito ‘senza essere’naturale'”.

No posts to display